Blog: http://ghezzichristian.ilcannocchiale.it

mi sono perso...

ciao a tutti! chissà se verrete ancora sul mio blog dopo quest'assenza lunga quasi un mese... come qualcuno sa il lavoro mi sta prosciugando il tempo libero e il sonno si mette a fare gli sgambetti nel poco tempo libero... insomma: proprio come per i vecchietti!
prendo spunto da un post di lisa... parlava del mondo in bianco e nero, del piacere che se ne prova a vederlo così, con sfumature che spaziano solo nelle tonalità di grigio...
affascinante, mi sono sempre piaciute le foto in bianco e nero: togliere i colori è avere un'immagine più ferma, meno aggressiva, più disposta a farsi guardare... ma dopo un po' i colori bussano alla porta e non farli entrare significa perdere il coraggio di stare nella luce, di vedere anche quei colori che si vorrebbero smorzare perchè fanno male, perchè magari mettono in chiato situazioni e voci che si vorrebbero ignorare, che si vorrebbero regalare al silenzio dell'immobilità... e invece no! la vita è proprio questo alternarsi di colori, di sfumature, di parole cosparse di luce che mettono i brividi, che schiantano il respiro nel tempo che intercorre tra un respiro e l'altro... nei colori ci stanno gli stati d'animo: la malinconia, la rabbia, l'amore, la gelosia... i colori ci sussurrano qualcosa che sta dentro le persone, dentro le cose...
a volte però viene veramente voglia di chiudere gli occhi, di lasciare entrare la penombra nell'iride socchiuso, di mettere le mani aperte sul viso e lasciarsi trascinare in quella che Freud definiva la "realtà psichica", quella realtà che potrebbe esistere esclusivamente nella nostra testa... e così ignorare ciò che veramente c'è, ignorare ciò che diventa il margine doppio della nostra strada, della nostra vita...
il bianco e il nero sono i due estremi, la luce che gioca a respingersi, a fiondarsi da una parte all'altra del suo spettro... fortuna che in mezzo c'è il mondo in grado di darsi alla luce, fortuna che in mezzo ci sono i nostri occhi in grado di restare aperti sullo spazio di un sorriso, di una carezza, di una voce leggera che annuncia l'amore... e tutto si accende di colore, di sfumature che riposano nel bianco e nel nero che c'è in ogni vita...
buona giornata...

Pubblicato il 7/3/2007 alle 9.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web